Ciao mia amata Este: eccomi Milano!

Dopo aver ieri aggiornato un po' le cose di dovere del blog, eccoci qui con calma, di domenica mattina, a fare un po' di chiacchere.
Sì, perché ciò che vi dirò fra qualche riga, tra i miei conoscenti è stato vissuto un po' come un gossip, e una chiaccherata di domenica mattina con una abbondate e golosa colazione/brunch mi sembra il momento adatto per parlarvene e comunicarvelo. Non vi gasate, non c'è in verità nulla di gossip.

La mia vita sta vivendo un momento di svolta che aspettavo da tempo: ho trovato lavoro con un contratto normale (e questa è già la notizia, in questi tempi!!!) e la settimana prossima mi trasferirò a Milano.
Sono gasata e spaventata al contempo: ho l'adrenalina a mille.
Se la cosa comportasse solo il trasferirsi a Milano e cominciare un nuovo lavoro, la preoccupazione sarebbe molto relativa. La preoccupazione nasce dal fatto che finalmente io ed il mio ragazzo cominceremo la nostra vita assieme, in quanto lo raggiungerò: finalmente finisce il limbo della fanciullezza prolungata (i nostri politici mi avrebbero definita bambocciona... non potevo altrimenti con il contratto che mi ritrovavo).

Tutto fa pensare che dovrei essere la donna più felice del mondo. ...E in parte lo sono, si stanno realizzando gran parte dei miei programmi. ...Ma non posso non pensare: "E se finalmente il mio ragazzo comprende che non era il massimo programmare una vita assieme a me?"

Sì.

Sono spaventatissima che, nel momento in cui siamo riusciti assieme a raggiungere questo traguardo assieme, con fatica... dopo tutto questo... Ecco che si pente. Sì, non posso non pensarci!

Ma dato che non sono fatta per preoccuparmi a lungo, mi consolo dicendo: "Chi vivrà vedrà. Se sarà così ci si organizzerà di conseguenza (meglio però che non accada)".


Questo è il "gossip".

Mi vien da pensare, però, che avrò anche più libertà e possibilità per il blog (mica o puntato Milano per niente, eh), ma ho paura che avrò ancora meno tempo ed occasioni per mettermi ad aggiornare il blog, già poco aggiornato... Ho paura che sia l'inizio della fine del Retròbottega: NON VOGLIOOOO!!!!
AIUTATEMI A STIMOLARMI A TENERE IN PIEDI TUTTO CIO'!


4 commenti:

  1. AMAZING POST:) Your blog is so wonderful and I will happily follow.

    If you want some swedish decor inspiration, check out my blog:)
    Have an awesome week.

    LOVE Maria at inredningsvis.se
    (Sweden)

    RispondiElimina
  2. bè ma allora... benvenuta a milano!!! capisco il tuo dubbio, anche io spesso mi domando se tra me e il muso funzionerebbe lo stesso se cominciassimo a vederci tutti i giorni. uff!

    RispondiElimina
  3. Complimenti, mi piace un sacco questo blog!
    Il mio parla di cinema è nato da una sfida: voglio raccontare, ogni giorno, una pellicola in grado di trasemettere emozioni forti. Film drammatici ma non solo...
    Ti andrebbe di collaborare? Ho in mente un paio di idee per rendere la cosa interessante per entrambi.
    Se l'idea ti ispira, scrivimi su lascatoladelleemozioni@gmail.com
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio dei complimenti.

      Non mi si può definire una cinefila e nel particolare tento di fuggire i film drammatici. Penso che la vita ha già abbastanza dramma per aggiungerne pure di fittizio e dunque sono orientata verso visioni "più leggere".
      Questo non impedisce però di ascoltare le tue idee: sono sempre aperta a valutare nuove cose.

      Elimina