Ma voi lo sapevate che la "Lollo" alias la nostra Gina Lollobrigida è pure una fotografa?

 

 

La retrospettiva su Gina Lollobrigida è quella di una persona che ha viaggiato tantissimo e che ha incontrato alcuni tra i personaggi più famosi della sua epoca, ma non di una vera e propria fotografa reporter e anche se ci sono degli scatti molto belli, il loro numero non arriva alla media di un vero reporter professionista (un mito come Gianni Berengo Gardin considera solo un centinaio dei suoi scatti come “buone” fotografie). C’è comunque da dire che buona parte dei lavori esposti hanno un valore storico rilevante, come gli scatti fatti a Indira Gandhì, mentra gioca con i bambini all’interno dello stesso giardino dove poi sarebbe stata uccisa o come i ritratti fatti a Raul e Fidel Castro, sul quale ha girato un documentario. Poi vi sono i concerti rock, il carnevale a Rio, le solite immagini dell’Africa e dei bambini africani: sono scatti di una viaggiatrice entusiasta, ma poco attenta alla ricerca dell’immagine buona e del “momento decisivo”, una freschezza che si è evidentemente rivenduta nei ritratti ai personaggi famosi che mostrano quasi sempre un sorriso sincero di fronte alla camera di Gina Lollobrigida.

 

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento